Abbiamo suscitato il vostro interesse e c’è un’ubicazione nelle vostre vicinanze?

Aspettiamo le vostre candidature

Vi preghiamo di inviarci il vostro dossier completo con:

  • Lettera motivazionale
  • Modulo di candidatura compilato in tutte le sue parti
  • Curriculum vitae
  • Certificati di lavoro
  • Diplomi/certificati/titoli di formazione

tramite e-mail a: franchisepartner@coop-mineraloel.ch 

Le informazioni messe a disposizione della Coop Mineraloel AG saranno utilizzate esclusivamente per il processo di selezione e trattate con riservatezza ai sensi della normativa svizzera sulla protezione dei dati. Qualora non venga stipulato alcun contratto, tutti i documenti forniti vengono naturalmente cancellati.

Le candidature incomplete con documenti o informazioni mancanti non saranno prese in considerazione. Vi ringraziamo per la comprensione.

Leggere attentamente il modulo di richiesta e rispondere a tutte le domande in modo completo e veritiero. La discrezione è naturalmente garantita.

Per una migliore leggibilità si rinuncia alla distinzione scritta tra maschile e femminile. Tutte le denominazioni sono da intendersi riferite a persone di entrambi i sessi.

I gestori raccontano

Il Coop Pronto con stazione di servizio di Elisabeth Fangueiro a Sion è aperto 7 giorni su 7 dalle 6 alle 22.

Sin dall'inaugurazione del Coop Pronto con stazione di servizio in Rue des Casernes a Sion, Elisabeth Fangueiro lo gestisce mettendoci cuore e anima. «In tutti questi anni è sempre andato molto bene, ovviamente anche grazie alla buona posizione e all'assortimento in continua crescita.» Elisabeth Fangueiro ha il mestiere delle vendite nel sangue e prima di gestire lo shop, ha lavorato in Coop come gerente.

Nel Coop Pronto lavora una ventina di persone affinché le ore non di punta e i fine settimana siano sempre ben coperti. «Per gli studenti, questo è un modo ideale per guadagnare un po’ di soldi.»  Soprattutto all'ora di pranzo e la sera dopo le 17.30 occorre grande impegno. I prodotti freschi sono molto richiesti, ma anche i mazzi di fiori.

Grazie alla lunga esperienza, Elisabeth Fangueiro conta su uno zoccolo di clienti abituali, che vengono anche quando i tempi sono difficili. Lei è molto contenta del suo lavoro. «Non potrei farne a meno.»

Daniel Petkovic: «Vengono da noi molti clienti abituali e pendolari. In realtà siamo un negozio di quartiere»

Il Coop Pronto di Zurigo-Seebach, gestito da Daniel Petkovic, è aperto da lunedì a sabato con orario 6-23. 

Il 33enne Daniel Petkovic è fedele a Coop da molto tempo. Inizialmente ha svolto un apprendistato nel commercio al dettaglio presso Coop, poi ha deciso di diventare partner di franchising di Coop Mineraloel AG. Sua madre gestiva già il Pronto Coop di Zurigo-Seebach prima che Daniel rilevasse la filiale dieci anni fa. Insieme a nove dipendenti, gestisce ora il Coop Pronto in Schaffhauserstrasse.

I prodotti freschi convenience, i panini, le bevande o l'insalata vanno particolarmente bene. «Vengono da noi molti clienti abituali e pendolari. In realtà siamo un negozio di quartiere», afferma Daniel Petkovic. «Situato presso il capolinea del tram, ha una posizione ideale.» Anche durante la pandemia i clienti hanno continuato a venire in questo shop e fortunatamente il gestore non ha risentito granché in termini di fatturato.

«Mi piace il mio lavoro, soprattutto la collaborazione con il mio team. Quando la squadra è ok, va tutto bene». Anche suo padre e sua moglie lavorano qui. Con due figli piccoli, questo modello di lavoro funziona molto bene. È molto prezioso poter organizzare il proprio tempo. La domenica appartiene però interamente alla famiglia, infatti quel giorno il Coop Pronto è chiuso.

Fetah Ameti: «Un cambiamento è sempre una sfida.»

Da un anno, Fetah Ameti, 36 anni, è gestore del Coop Pronto con stazione di servizio di Bulle nel cantone Friburgo. Gli piace molto.

Prima, è stato per diversi anni gestore a Belfaux. «Un cambiamento è sempre una sfida. C'è più lavoro qui a Bulle e questo dipende ovviamente dall'autostrada.» Di solito, molti turisti affollano il distretto della Gruyère, ma ora sono meno numerosi. «Comunque siamo sopravvissuti bene al periodo del coronavirus.»

A Fetah Ameti vanno particolarmente bene le vendite di fiori, poi di tutti i prodotti freschi, per esempio panini o insalate. Anche le bevande sono molto gettonate. Attualmente lavorano
22 collaboratori in Rue de Battentin 1. «Molti sono part-time e io assumo anche studenti universitari. Siamo una grande squadra ed è quello che ci vuole.» Anche se esiste un secondo Coop Pronto a Bulle, non si fanno concorrenza. «Andiamo d'accordo tra di noi», afferma Ameti. «C'è posto per entrambi.»

Fetah Ameti ha sempre voluto diventare gestore di un Coop Pronto, anche quando lavorava nel retail Coop. Gli piace essere il capo di se stesso. «Ma non ho più tempo di prima, al contrario. Ogni tanto mi ritaglio del tempo per me. Con quattro figli a casa, ne ho bisogno.»

Jasmin Kljajic: «La gente apprezza il nostro servizio rapido.»

Jasmin Kljajic gestisce il Coop Pronto con stazione di servizio di Lausen, che è aperto da lunedì a domenica, dalle 6 alle 23.

Nel maggio 2017, Jasmin Kljajic ha rilevato il Coop Pronto con stazione di servizio di Lausen. In precedenza ne aveva già gestito la contabilità per diversi anni. Dopo avere studiato da tecnico economico, è arrivato in Svizzera nel 1990 e ha fatto inizialmente il camionista. A Jasmin Kljajic piace definire il suo Coop Pronto un negozietto di paese. «La gente viene qui volentieri a fare la spesa.» Questo dipende probabilmente anche dal fatto che cordialità e pulizia sono per Kljajic priorità assolute. «Attorno a noi c’è un sacco di concorrenza ed è importante offrire merce fresca e sempre disponibile.»

I prodotti da forno sono molto gettonati: all'ora di pranzo entrano molti operai a fare scorta di panini e anche dopo l'orario di chiusura di stabilimenti e uffici c'è sempre viavai. A Jasmin Kljajic piace fare il turno serale. «Al mattino posso invece contare sulla mia squadra.» L'anno del Covid è stato impegnativo per Jasmin Kljajic, soprattutto riguardo la pianificazione del personale, che in parte lo affianca già da parecchi anni. «Abbiamo superato egregiamente questo momento. La gente apprezza il nostro servizio rapido. Da questo punto di vista, i Coop Pronto con e senza stazione di servizio hanno un netto vantaggio.»

Arbnora Jakaj: «Il corollario ha molta importanza»

Da due anni Arbnora Jakaj (31) gestisce questo Coop Pronto. Già 15 anni fa, aveva svolto l’apprendistato in Coop Pronto e conosce l’azienda come le sue tasche.

Lo shop con stazione di servizio è in una posizione particolare perché, essendo nei pressi del Gallusmarkt, è esposto a una forte concorrenza. «Sono quindi ancora più importanti aspetti come la presentazione della merce e la cortesia», spiega Arbnora Jakaj. Il pane deve essere disponibile 24/24. I suoi tanti clienti abituali lo apprezzano molto, ma lodano ancora di più l’attenzione dimostrata dalla gestrice e dai collaboratori dello shop. «Il corollario ha molta importanza», spiega Arbnora Jakaj. Soprattutto per la clientela più avanti negli anni.

La ristrutturazione dello shop è stata oggetto di molti plausi. «Visto che siamo vicini ai megastore della zona, conta molto che i clienti si trovino bene da noi.» La cerchia di clienti abituali è aumentata nel corso degli anni. «Sono molto contenta del risultato e anche orgogliosa  di quello che sono riuscita a ottenere con i miei collaboratori.»

Markus Flury: «Abbiamo molto traffico di transito»

Il Coop Pronto di Aarburg, con il suo gestore Markus Flury, è aperto con orario 5.30–23 durante la settimana e 6–23 nei week-end.

In questo Coop Pronto con stazione di servizio si fermano soprattutto numerosi operai per comprarsi da mangiare. «Abbiamo molto traffico di transito» dice il gestore Markus Flury, che in passato ha lavorato nel retail e dirige lo shop di Aarburg dal 2016. Nei giorni infrasettimanali i clienti arrivano in particolare dalle 7.30 alle 9.00, ma anche a cavallo di mezzogiorno. Il Coop Pronto è ben frequentato pure la sera, tra le 22 e le 23. «Si compera soprattutto pane e panini freschi, anche di sera.» Markus Flury conosce molti clienti abituali per nome, ma allo shop si fermano anche molti viaggiatori. I turisti amano il cioccolato, che è super gettonato. A seguito della pandemia, Markus Flury ha notato un aumento di clienti. Anche il «coffee to go» va molto bene. «Di mattina, la macchina del caffè è sempre occupata», spiega con un sorriso il gestore. Al Coop Pronto con stazione di servizio di Aarburg lavorano 10 collaboratori, ma nei fine settimana danno una mano anche due studenti.

Thomas Schär: «Naturalmente abbiamo molti clienti abituali che vengono da noi per le loro spese quotidiane».

I gestori raccontano

Il gestore Thomas Schär apre il suo Coop Pronto a Burgdorf 7 giorni su 7, sempre con orario 6-22.

Da novembre 2019 soffia un vento fresco al Coop Pronto di Burgdorf. Thomas Schär è il nuovo gestore e guida una squadra di dodici persone. Dopo diversi anni nel commercio al dettaglio e un'esperienza equivalente come gestore in un'altra stazione di servizio, il diplomato in economia aziendale, con una formazione di base nell'artigianato, ha deciso di rendersi nuovamente indipendente nel sistema del franchising. «L'unico che potevo considerare era il leader del settore.» Poiché Schär è cresciuto e ha le sue radici a Burgdorf, la posizione del Coop Pronto è ideale per lui. Situato al centro del quartiere, lo shop può quindi svolgere la funzione di negozio di quartiere, come spiega Schär. «Molte persone vengono anche a fare acquisti a piedi. Qui siamo in una zona residenziale. Naturalmente abbiamo molti clienti abituali che vengono da noi per le loro spese quotidiane». Thomas Schär è presente alternativamente al mattino o al pomeriggio e bada che la freschezza sia sempre garantita. «Ma un buon capo a volte lavo a anche nei fine settimana», conclude ridendo.

Behare Berisha: «Domenica, sabato e venerdì sono i giorni di maggiore fatturato»

I gestori raccontano

foto: Marius Affolter

Behare Berisha dirige una squadra di 12 persone al Coop Pronto di Vevey Stazione ferroviaria, aperto dalle 5.30 alle 23.00.

Dopo 13 anni di impiego in Coop, Behare Berisha desiderava rendersi autonoma e assumere la gestione di un proprio Coop Pronto. Per realizzare l’obiettivo, ha lavorato prima come vice al Coop Pronto di Bulle La Tour-de-Trême, nel canton Friburgo, prima di diventare gestrice del Coop Pronto della stazione ferroviaria di Vevey. Con la sua squadra di 12 persone, riceve i primi clienti già alle 5.30 del mattino e chiude lo shop tardi, verso le 23.00. 

I clienti acquistano soprattutto pane, prodotti da forno, frutta e verdura fresca, come ci racconta la signora Berisha. Nelle ore serali si vendono soprattutto birra, vino e altri alcolici. Gli affari vanno molto bene, in particolare nei fine settimana. «Domenica, sabato e venerdì sono i giorni di maggiore fatturato», spiega la gestrice, che ha superato indenne anche la crisi del coronavirus grazie alla sua attitudine positiva. «In questo periodo difficile siamo riusciti persino ad aumentare il fatturato», informa con soddisfazione Behare Berisha, che è madre di due bambine piccole.

Bernadetta Deragisch: «Verdura fresca ogni giorno.»

Nella foto, Bernadetta Deragisch che gestisce il Coop Pronto con stazione di servizio di Laax.

Da otto anni Bernadetta Deragisch gestisce il Coop Pronto con stazione
di servizio di Laax nei Grigioni. Sulle vendite influisce molto la stagionalità: d’inverno c’è un grande viavai di clienti, ma anche d’estate gli affari vanno bene. L’ubicazione lungo la strada principale, nei pressi degli impianti di risalita, è ideale. «Effettivamente lavoriamo molto con i turisti, ma vengono da noi volentieri anche gli abitanti locali.» Il Coop Pronto con stazione di servizio ha 12 collaboratori e offre un ampio assortimento. I picchi di vendite si registrano principalmente la mattina presto, a mezzogiorno e dalle 16.00 in poi. A Bernadetta Deragisch piace collaborare con Coop Mineraloel AG. «Noi gestori siamo vincolati a determinati schemi, ma abbiamo comunque spazio d’azione.» La 57enne apprezza il supporto di CMA soprattutto in questo periodo di crisi legato al coronavirus. Il numero di clienti che entra è limitato, si disinfetta e pulisce molto. Al momento Bernadetta Deragisch non ha molto tempo libero, ma non rinuncia alle passeggiate giornaliere con il suo cane.

Hisen Matoshi: «Abbiamo conquistato già molti clienti abituali.»

Il Coop Pronto di Schlieren è stato aperto lo scorso anno ed è gestito da Hisen Matoshi.

Il Coop Pronto di Schlieren ha aperto i battenti a fine 2019. Lo ha rilevato il 40enne Hisen Matoshi, che lo gestisce assieme a 6 collaboratori. Hisen Matoshi ha iniziato a lavorare come ausiliario nel Retail, poi è diventato capo reparto e ancora vicegerente della Coop Tiefenbrunnen, infine gerente della Coop Kreuzplatz. Dopo tanti anni con Coop, Matoshi ha cercato una nuova sfida e l'ha trovata a Schlieren. «Finora il lavoro è molto interessante. Le vendite aumentano ogni mese.» Lo stand-alone va particolarmente bene nel corso della settimana, quando manovali e impiegati entrano per comperare qualcosa per colazione, merenda o pranzo. «Abbiamo conquistato già molti clienti abituali. Tira bene soprattutto il pane fresco, ma sono gettonate anche le bevande, come il succo d'arancia o un coffee-to-go», racconta Hisen Matoshi. Di domenica, il Coop Pronto è chiuso, per contro di sabato, alla chiusura dei negozi Retail, si registra un grande afflusso di clienti. La domenica è per il gestore il giorno da dedicare alla famiglia. «Il mio hobby sono i miei tre figli», dice ridendo. Lui non gioca più a calcio, quindi ha molto piacere ad accompagnare il figlio allo stadio.